Si sono disputate oggi al Donington Park, inInghiltarra, la Superpole e la nona gara stagionale del Campionato mondiale Supersport. Il pilota inglese Booth Amos aveva sfruttato le due sessioni di prove libere di ieri per testare le sue condizioni fisiche e per trovare il feeling con la sua Kawasaki Ninja ZX6R.
Nella mattinata odierna il pilota inglese è sceso in pista per la Superpole. Su pista asciutta in una giornata soleggiata e fresca, Tom ha fermato il cronometro in 1’31.092 che gli è valsa la sesta fila con il diciassettesimo tempo.
Nel primo pomeriggio e stato il momento della prima gara del week-end. Purtroppo subito dopo la prima partenza, la gara è stata bloccata per un problema occorso ad un pilota sulla grigli di partenza. La gara è ripartita dopo qualche minuto, ma è stata interrotta nuovamente nel corso del primo giro a causa di una caduta che ha coinvolto alcuni piloti le cui moto sono rimaste sulla pista. Terza partenza per una gara ridotta a 12 giri.
Prova difficile per Booth Amos, il pilota inglese è partito molto bene dalla sesta fila e al termine del primo giro è transitato dodicesimo. Purtroppo nelle prime tornate si è ritrovato in piena lotta di gruppo e tra sorpassi e controsorpassi ha perso del tempo e posizioni. Nel proseguo della prova con determinazione e costanza Tom ha risalito la classifica, con un buon passo da top ten e riuscito in una incredibile rimonta, da venticinquesimo è arrivato a concludere ad un passo dalla zona punti in sedicesima posizione.
Domani sempre al Circuito di Donington Park si disputerà la seconda ed ultima gara di questo weekend.

Donington Park – Supersport World Championship
Superpole: 1) AEGERTER (Yamaha) – 2) BULEGA (Ducanti) – 3) VAN STRAALEN (Yamaha) – 4) ONCU (Kawasaki) …. 17) BOOTH-AMOS (Kawasaki)
Gara 9: 1) AEGERTER (Yamaha) – 2) BALDASSARRI (Yamaha) – 3) DE ROSA (Ducanti) – 4) MONTELLA (Kawasaki) … 16) BOOTH-AMOS (Kawasaki)

Tom Booth Amos: “Tom Booth Amos: “Oggi è stata una prova complicata, tra interruzioni e tre partenze. Sono partito molto bene, ma purtroppo ho riscontrato delle difficoltà nei primi giri, ma quasi subito sono riuscito a ritrovare il ritmo e a girare con un buon passo, peccato perchè si poteva fare bene e puntare alla top ten. Ora con il team lavoreremo per capire come essere più competitivi nella prova di domani. Ci tengo a ringraziare il team, tutto i miei sponsor e supporter”