Sul tracciato di Barcellona è andato in scena questo week-end il Catalunya round in cui il Prodina Racing Team Worldssp era al debutto stagionale con il giovane Gabriele Giannini.
Il mondiale superbike 2024 ha visto l’introduzione di un nuovo format per il weekend di gara della categoria supersport, con una sola sessione di prove libere disputate nella mattina di venerdì, mentre nel pomeriggio è prevista la Superpole per determinare la griglia di partenza della prima gara del weekend. Giannini con il tempo con il tempo di 1’46.855 si è qualificato ventottesimo, partendo cosi dalla decima fila.
Nel pomeriggio di sabato si è disputata Gara1 sulla distanza di 18 giri. Giannini è stato autore di una partenza anticipata, che gli è costato una penalità di due long lap, che ha compromesso poi la sua gara. Nel proseguo della gara Gabriele ha dimostrato la sua determinazione, lottando per recuperare il gap e posizioni, terminando la gara ventisettesimo.
Nel pomeriggio di domenica si è disputata la seconda gara prevista in questo weekend. Dopo alcune tornate la gara è stata interrotta per permettere i soccorsi ad un pilota rimasto a terra dopo una caduta. Appena la pista è stata rimessa in sicurezza, la gara è ripartita ma ridotta a 6 giri. Giannini è scattato bene ed ha cercato di impostare il suo ritmo, risalendo la classifica, lottando curva dopo curva, transitando ventunesimo sotto la bandiera a scacchi nella seconda gara stagionale.
Il terzo round del Campionato Mondiale Supersport si disputerà dal 19 al 21 Aprile, sul circuito di Assen in Olanda.

Risultati Barcellona – Campionato Mondiale Supersport:
Superpole: 1) HUERTAS (Ducati)– 2) ONCU (Kawasaki) – 3) MANZI (Yamaha) – 4) MAHIAS (Yamaha) … 28) GIANNINI (Kawasaki)
Gara 01: 1) HUERTAS (Ducati)– 2) MANZI (Yamaha) – 3) SCHROETTER (MV Agusta) – 4) MONTELLA (Ducati) … 27) GIANNINI (Kawasaki)
Gara 02: 1) MANZI (Yamaha) – 2) SCHROETTER (MV Agusta) – 3) MAHIAS (Yamaha) – 4) MONTELLA (Ducati)… 21) GIANNINI (Kawasaki)

Gabriele Giannini #19
“Nel complesso è stato un buon week-end. Ieri ho sbagliato la partenza e questo ha compromesso la gara, dovendo girare lontano dal gruppo. Mentre oggi un peccato solo per la bandiera rossa, mi sentivo a mio agio, avevo preso un ottimo ritmo e avevo guadagnato subito diverse posizioni. Poi, dopo la bandiera rossa, alla ripartenza ho perso una posizione alla prima curva, ma mi sono subito rifatto, con alcuni sorpassi e girando un secondo più veloce rispetto alle qualifiche. Per me, che sono nuovo in questa categoria, questa è stata la prima vera gara con la 600 da cui ho avuto modo di imparare molto, soprattutto rimanendo nel gruppo che lotta per i punti. Ora abbiamo una buona base di partenza su cui lavorare per prepararci al meglio per Assen. Un grazie di cuore va a tutto il team e agli sponsor.”